ecobonus-110-ristrutturazione

L’Ecobonus casa è una detrazione dall’Irpef o dall’Ires concessa a quando si eseguono interventi che aumentano l’efficienza energetica degli edifici già esistenti. Fratello maggiore (perchè più vecchio) del Superbonus 110%, l’ecobonus si basa su principi simili ma prevede meno vincoli ed è il bonus a cui ricorrere in caso non si riesca a rientrare negli stretti criteri del Superbonus per ottenere comunque detrazioni dal 50% all’65% della spesa sostenuta per le case private, percentuali che possono aumentare fino all’85% nel caso di condomini.
Se stai pensando di ristrutturare la tua casa o condominio è probabile che tu possa usufruire di questa detrazione: contatta subito i nostri esperti per ottenere un preventivo.

1.Quali interventi?
2.Chi può richiederlo?
3.Come richiederlo?
4.Detrazione o cessione del credito e sconto in fattura?

 

Ecobonus casa: per quali interventi?

L’Ecobonus per la ristrutturazione di casa o condominio è applicabile a diversi tipi di interventi ed è importante ricordare che a seconda del tipo di intervento la detrazione può variare  in valore tra il 50% e il 65%. Allo stesso modo variano i limiti di spesa ai quali è applicabile la detrazione.

Ecco quindi uno schema riassuntivo dei principali interventi sui quali è applicabile una detrazione del 65%:

Lavori
sull’involucro edilizio

Si tratta dei lavori di coibentazione delle struttura opache verticali (mura) e orizzontali (coperture e pavimenti)
Per questo intervento il massimale di spesa è
60.000€

Installazione
di collettori solari

Acquisto e installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda.
Per questo intervento il massimale di spesa è
100.000€ per ogni unità immobiliare all’interno di edifici composti da 2 a 8 unità
15.000€ per ogni unità immobiliare all’interno di edifici composti da più di 8 unità

Installazione di sistemi
di termoregolazione evoluta

Acquisto e installazione di impianti dotati di sensori per regolare la temperatura interna della casa e collegati a una caldaia di classe energetica A per la produzione di acqua calda sanitaria.
Comprende anche l’installazione in parti comuni di edifici o in tutte le unità abitative di un condominio.
Per questo intervento il massimale di spesa è di 30.000€

Sostituzione vecchi impianti
di climatizzazione

Sostituzione totale o parziale con nuovi impianti a condensazione o pompe di calore ad alta efficienza.
Per questo intervento il massimale di spesa è di 30.000€

Sostituzione
vecchi scaldacqua

Sostituzione di vecchi impianti con nuovi sistemi a pompa di calore.
Per questo intervento il massimale di spesa è di 30.000€

Installazione
micro cogeneratori

Acquisto e installazione di impianti di potenza inferiore a 50kW in grado di produrre calore ed elettricità utilizzando lo stesso combustibile. 
Per questo intervento il massimale di spesa è di 100.000€

Installazione sistemi
di building automation

Acquisto e installazione di impianti multimediali per la regolazione e il controllo a distanza di riscaldamento, produzione acqua calda e climatizzazione.
Per questo intervento il massimale di spesa è di 15.000€

Questi sono invece gli interventi per cui si potrà usufruire della detrazione al 50%:

Sostituzione
di serramenti ed infissi

Sostituzione di serramenti ed infissi con altri che offrono migliore isolamento termico.
Per questo intervento il massimale di spesa è di 60.000€

Installazione
di schermature solari

Acquisto e installazione di tende, persiane, veneziane, tapparelle, tettoie o altri mezzi capaci di adeguarsi al variare di luce e temperatura e regolare i flussi luminosi e termici.
Per questo intervento il massimale di spesa è di 60.000€

Installazione
di caldaie a biomassa

Per questo intervento il massimale di spesa è di 30.000€

Installazione caldaie a condensazione classe A

Con efficienza energetica pari o superiore al 90% ma non integrate in sistemi di termoregolazione evoluti.
Per questo intervento il massimale di spesa è di 30.000€

Questo il quadro delle detrazioni Ecobonus per ristrutturazione di una casa privata. 
Nel caso di condomini le detrazioni applicabili salgono al:
• 70% in caso di interventi che interessano l’involucro dell’edificio con un incidenza superiore al 25%
• 75% in caso di interventi che migliorino l’efficienza energetica dell’edificio fino al raggiungimento dei parametri indicati dal Ministero dello sviluppo economico.
Inoltre, in caso di interventi effettuati su condomini situati in zona sismica 1,2,3 e che comportano anche la riduzione del rischio sismico di una classe entra in azione il Sisma Bonus e le detrazioni salgono all’80-85%.

È importante ricordare che se su uno stesso immobile vengono effettuati più interventi il massimale di spesa deve essere calcolato sommando tutti i massimali relativi ai singoli interventi.

Gli interventi a cui è possibile applicare l’Ecobonus sono molteplici, se non ti è chiaro quale percentuale applicare o vuoi sapere se la tua ristrutturazione potrà usufruire del Superbonus 100% o dell’Ecobonus contatta subito i nostri esperti, saremo felici di darti un quadro più accurato.

Ecobonus casa: chi può richiederlo?

Possono richiedere l’Ecobonus per la ristrutturazione di casa:
  • Le persone fisiche (compresi gli esercenti arti e professioni) proprietari di un immobile o titolari di un diritto reale sull’immobile (condomini, inquilini, comodatari..)
  • Il famigliare convivente (purché sostenga le spese)
  • Il convivente more uxorio
  • i contribuenti titolari di reddito d’impresa
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

come-richiedere-ecobonusEcobonus casa: come richiederlo?


Selezionati gli interventi migliori, richiedere la detrazione relativa all’Ecobonus casa non è difficile.
Prima di tutto è necessario pagare tutte le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale parlante, indicando:

  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione,
  • il codice fiscale o partita IVA del beneficiario del pagamento
  • la causale

Fatto ciò dovrai indicare all’interno della tua dichiarazione dei redditi i dati catastali dell’immobile su cui sono stati effettuati gli interventi.
Oltre a tutto questo dovrai procurarti alcuni documenti tra cui:

  • Asseverazione di un tecnico abilitato o dichiarazione del direttore dei lavori per dimostrare che gli interventi sono conformi ai requisiti tecnici
  • l’attestato di prestazione energetica (APE), finalizzato ad acquisire i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio
  • scheda informativa relativa agli interventi realizzati

Infine, questi ultimi due documenti dovranno essere trasmessi all’ENEA entro 90 giorni dal termine dei lavori.
La burocrazia relativa all’Ecobonus casa è molto più semplice di quella con cui dovrai avere a che fare con il Superbonus 110% ma può comunque sembrare troppa: i consulenti EdilCasa saranno felici di aiutarti non solo con la ristrutturazione ma anche con l’iter burocratico per ottenere le detrazioni, contattaci subito!

cessione-credito-ecobonusEcobonus casa: per quali interventi?

Ecobonus casa: detrazione o cessione del credito e sconto in fattura?
L’Ecobonus per la ristrutturazione di casa da diritto a detrazioni tra il 50% e il 75% su massimali di spesa calcolati in base agli interventi effettuati. Queste detrazioni saranno da ripartire in 10 rate annuali di pari importo: ciò significa che con una spesa di 100.000€ su cui si applica una detrazione del 65%, verrà detratta una cifra di 65.000€ in 10 quote annuali di 6.500€.
Tuttavia, anche l’ultimo decreto ha confermato la possibilità di cedere il credito d’imposta ottenendo uno sconto in fattura dal fornitore.
Ciò significa che se scegli di cedere il credito di imposta sulla tua spesa di ristrutturazione di 100.000€ a EdilCasa vedresti uno sconto immediato di 65.000€ sulla tua fattura.
Se quindi pensavi di ristrutturare la tua casa, ma hai sentito dire che il Superbonus 100% è molto difficile da ottenere, ricorda che l’Ecobonus casa è invece sempre a tua disposizione per effettuare gli interventi a un prezzo vantaggioso, così come gli esperti Edilcasa sono sempre a tua disposizione per mostrarti esattamente quanto puoi risparmiare: richiedi subito il tuo preventivo.

Visita il sito